Delicious Trail Dolomiti: il racconto di una gara in uno dei luoghi più belli a livello naturalistico e ricchi di storia, Cortina d’Ampezzo.

Viva la liberta’! Se dovessi dare un titolo a questo weekend del “Canto di corsa” in quel di Cortina alla Delicious Trail, lo chiamerei così:Libertà’ in tutte le sue sfaccettature! Libertà di espressione corporea: correre liberi sui sentieri di quei posti meravigliosi, rincorrersi, cercarsi, sorridersi, giocare e ballare; Libertà’ espressiva ed emotiva tutto dettato solo ed esclusivamente dal ritmo del cuore!! Libertà’ di essere se stessi,di lasciar uscire quello spirito pulito del bambino che e’ in noi che spesso cerchiamo di soffocare!
E’ venerdì sera..ognuno con la sua macchina direzione Pocol! Cena,ci si aspetta,si iniziano a mettere le basi dei festeggiamenti del giorno dopo,si aspettano gli ultimi e poi via a letto dopo una cena strepitosa! La caratteristica di questa corsa sono proprio I ristori e il pasta party,tutto preparato da chef stellati, e ovviamente..il prosecco!!
Sabato,sveglia presto,colazione con altri atleti, solita routine di vestizione (almeno alla partenza bisogna essere perfette😂😂quindi via di piastra!!),racchette a tracolla e come Giovanna d’arco via in piazza con quel giusto mix di sonno,tensione,curiosità ,adrenalina!
Ci siamo tutti,foto di rito,tutti più o meno accoppiati per vivere questo viaggio insieme tranne il coach Giordy che e’ gia in prima linea per competere con i primi, io come sempre invece davanti, con la stessa teoria che almeno se mi superano non sono subito ultima😬😬!
Parte il countdown,via! Dopo 5’km di pianura iniziamo a sognare. Rifugio Croda del lago e il suo spettacolare ristoro,la salita al rifugio scoiattoli ai piedi delle 5 torri dove ritrovo i miei amici,due birrette perché non riesco a mangiare e via! Giordy, Omar e folletto Roby chissà dove saranno ora, io e Sara ripartiamo con Tom e Giorgio, qualche foto e risate con il triatleta , un po di incitamento a Tom ed io e Sara andiamo dettando il passo! Rifugio Nuvolau, proprio là in mezzo alle nuvole,proprio quello che avevamo ringraziato di non dover raggiungere alla Lavaredo ultra trail,breve ristoro e giù verso il rifugio Averau incontrando finalmente Laura e Vale! Ok ci siamo tutti,non abbiamo incontrato Elena ma so dentro di me che con calma lei ce la fa! Rifugio Averau,rifugio Col de la.gallina,prosecchino e ripartiamo! Arrivano Loris, Stefano, Sara, Simo, Gio e Tom, ripartiamo e affrontiamo l’ultima salita al rifugio Lagazzuoi. Ci danno il caschetto e inizio a immaginare come sarà quella galleria della quale ho sentito parlare tanto: qualche metro di dislivello sui tornanti, passaggi mozzafiato e finalmente l’imbocco alla galleria. Scherziamo un po con il soccorso alpino, mi prendo un po di complimenti, ci facciamo aiutare con la frontale e iniziamo a salire quei 250 m di dislivello su quei gradoni! I muscoli bruciano,gli ometti la staranno facendo di corsa, noi ci facciamo forza a vicenda, sembra non finire mai, mi sto divertendo! Sono felice, quel mal di gambe e’ un dolore che mi fa sentire viva,e’ una sensazione di cui ho bisogno,non vedo l’ora di uscire da li per lasciarmi stupire! Ed ecco la meraviglia davanti ai nostri occhi e una super macedonia che ci aspetta: mangiamo, facciamo un po’ le vip facendoci i selfie e poi guardo Sara e le dico: ” mancano 11 km, gambe in spalla, stringi i denti, doveva essere una girata easy e invece siamo messe bene, non ascoltare I dolori e vola giù!!!”
Imposto il ritmo, non vedo l’ora dei dolcetti dell’ultimo ristoro,la discesa è facile e corribile,passa veloce, ormai il profumo dell’arrivo e’ sotto il naso!
Ecco l’arco: Nicolò’ ed Edo mi caricano per gli ultimi 100 m,la piccola Sara mi accompagna fino alla finisher line,qualche secondo dopo arriva Sara,ci abbracciamo, siamo tornate noi,questo viaggio ci ha fatto ritrovare! Davanti a me i forti del ‘Canto di corsa’ già belli profumati, ci salutiamo e aspetto i miei amici con cui scherzosamente ho giocato superandoli ma non vedo l’ora di stringerli e complimentarmi con loro! Arrivano anche Laura, Vale e poi Elena ! Siamo tutti insieme,ognuno con I piccoli traguardi raggiunti,ognuno con le proprie gioie, ognuno con i propri dolori,ma insieme pronti per passare una serata al top!
Niente trucco, niente bei vestiti, semplici nella nostra pelle, mangiare, bere e ballare,lasciare che solo il ritmo della musica scandisca il ritmo del nostro corpo, liberi da ogni pregiudizio,da ogni schema, da ogni dovere,energia pura pronta a legare I nostri destini, tutto sotto gli occhi del dj incredulo di fronte alla nostra carica dopo aver corso 40 km!! Ma noi siamo energia e il divano può solo ammazzarci!
Il giorno dopo…breakfast time…vi lascio immaginare..non servono parole🙈🙈🤣!
Quando il prossimo weekend ? E’ stato tutto troppo bello…
Complimenti a tutti gli atleti del CANTO DI CORSA e agli organizzatori!

Valentina Pagnoncelli